Oltre 100.000 operatori del Providence hanno migliorato l'assistenza sanitaria e ridotto i costi a paziente con Tableau


Visualizzazione dati unificata con +50 ospedali e oltre 100.000 operatori
Costi sanitari ridotti di 20 milioni di dollari nel primo anno grazie all'uso di Tableau per visualizzare il costo delle cure
Costo delle protesi al ginocchio ridotto di 297 dollari a paziente, con un risparmio di circa 3 milioni di dollari

Providence St. Joseph Health è una rete di 51 ospedali con oltre 100.000 operatori che fornisce un'assistenza sanitaria efficace in termini di costi e di alta qualità a milioni di pazienti ogni anno. I dati dei pazienti si trovano in molti sistemi, tra cui le cartelle cliniche elettroniche (electronic medical records, EMR). Dal momento che il Providence continua a espandersi, una delle sfide principali consiste nel gestire e integrare il crescente volume di dati.

Per gli operatori della rete è necessario capire in modo olistico lo stato di salute dei pazienti e il grado di soddisfazione, il costo delle terapie, i risultati riportati dai pazienti e altri dati per ottimizzare la qualità dell'assistenza e migliorare l'esperienza di tutti. Prima di passare a Tableau, gli analisti producevano le stesse analisi in diverse versioni per gli indicatori chiave delle prestazioni (KPI), ma le dashboard erano prive di fattori importanti come un'ottica statistica, dati regionali o ospedalieri comparati, misure dei processi e dati sui costi.

Per prima cosa, il Providence ha identificato i problemi generali che si potevano risolvere con i dati, creando delle visualizzazioni unificate per evidenziare le best practice e ridurre gli sprechi. Tra questi c'era l'uso di forniture e farmaci inutilmente costosi che possono far aumentare i costi a paziente, rendendo le cure meno accessibili.

Grazie alla piattaforma Tableau, sono state create dashboard consultabili dall'intera rete ospedaliera, con dati dettagliati sulla qualità e sui costi. Le dashboard consentono a medici e specialisti di osservare le analisi relative a ciascun ospedale, operatore e reparto clinico. Questa trasparenza dei dati è stata associata a miglioramenti sostanziali nelle misurazioni della qualità e a notevoli riduzioni dei costi sanitari.

Credo che la semplificazione della scalabilità sia l'aspetto per il quale Tableau è stato maggiormente utile, in termini di crescita. Una volta che i dati sono organizzati, è davvero semplice aggiungere un altro grafico alla serie di visualizzazioni relative a una regione specifica.

L'analisi basata sul valore cambia la percezione degli operatori sanitari del Providence

Per far fronte alle esigenze di un gruppo sanitario in espansione, è necessario analizzare dati complessi (inclusi centinaia di KPI) e ottenere informazioni utili per migliorare la qualità dell'assistenza. Ma nella rete sparsa del Providence si utilizzavano vari report sulle prestazioni, salvati in posti diversi. Per via di questa situazione, gli operatori non avevano a disposizione tutti i dati pertinenti né potevano utilizzarli per collaborare e prendere decisioni migliori.

A complicare le cose, molti dottori sono scettici riguardo ai dati sanitari. Secondo loro, non è detto che i dati delle cartelle cliniche elettroniche aggiungano valore al loro lavoro e che gli analisti siano esperti in medicina quanto basta perché tali dati si rivelino utili. Perciò è stato creato il ruolo di Chief Medical Analytics Officer ed è stato assunto il Dr. Ari Robicsek, che si occupa di supervisionare l'analisi dei dati clinici per migliorare la cura dei pazienti, l'accessibilità delle terapie e l'esperienza sanitaria.

Il team di analisi cliniche dell'intera rete, coordinato da Ari, ha realizzato e implementato dashboard di Tableau e altri strumenti analitici, mettendoli a disposizione dell'intero staff sanitario. Nel team c'è chi sa quali sono le esigenze specifiche degli operatori: medici che supervisionano il costo delle terapie rispetto ai risultati delle misurazioni sanitarie e lo sviluppo di strumenti; infermieri che fanno da tramite fra medici, analisti e tecnici per garantire che il lavoro e i risultati di analisi siano rilevanti per tutti gli operatori sanitari; infine, lo staff di biostatistica con un'esperienza approfondita in analisi dei dati collegati all'assistenza sanitaria. Oltre al team di analisi centrale, ne esistono altri specifici dei singoli ospedali e aree geografiche, che si occupano delle questioni locali.

Quello che doveva fare il mio team era creare una sorta di "spazio unico per controllare tutto", ovvero una dashboard centrale che comprendesse i KPI più importanti per tutti i nostri ospedali.

Grazie a Tableau, il team di Ari ha creato dashboard contestualizzate e pertinenti che i medici e il resto del personale potevano usare per analizzare e capire la qualità delle metriche sanitarie. Queste dashboard hanno sostituito i report statici, poco intuitivi o flessibili, eliminando le inefficienze che ne derivavano. Gli utenti possono inoltre iscriversi a ulteriori dashboard che riguardano il lavoro di medici, infermieri e reparti ospedalieri specifici.

Ottimizzando i dati dei pazienti con altre metriche sanitarie, Tableau ha permesso al Providence di vedere cosa funziona e cosa invece no in tutti gli ospedali della rete. Adesso possono identificare le opportunità migliori per aumentare al massimo il valore e tagliare gli sprechi utilizzando un'unica piattaforma integrata. "Abbiamo riscontrato un cambiamento molto significativo nell'intero sistema a livello di risultati qualitativi difficili da raggiungere. Credo che in parte sia dovuto al fatto che tutti parliamo una lingua condivisa", afferma Ari. Attualmente, il Providence sta testando l'integrazione di Tableau nell'ambiente EMR in modo che gli operatori sanitari possano consultare le analisi nel programma che usano di più e acquisire tutti i dati dai grafici dei pazienti.

Creare un'unica rete di dashboard Tableau, con cui un utente può vedere a livello di sistema come stiamo lavorando, come stanno lavorando tutti i nostri ospedali, nonché scendere rapidamente nei dettagli dei singoli ospedali e reparti fino all'elenco dei pazienti di un reparto specifico, è stato utile per comunicare e collaborare su come migliorare molti dei nostri KPI.

Risultati concreti: Tableau mette in luce le prassi all'origine degli sprechi migliorando la cura dei pazienti

Secondo i centri per i servizi Medicare e Medicaid, vengono spesi più di 3 miliardi di dollari all'anno per le cure sanitarie. Circa un terzo di questa cifra è frutto di sprechi. Il Providence voleva utilizzare Tableau per ridurre gli sprechi, abbassare i costi e migliorare l'assistenza ai pazienti. Ma i dati a supporto non erano sufficienti per convincere i medici a cambiare il loro atteggiamento. Il team di analisi aveva bisogno di un approccio più informativo e innovativo.

Con Tableau, il Providence ha analizzato i dati e mostrato agli operatori le cause degli sprechi. I chirurghi che impiantano protesi al ginocchio spesso optavano per un cemento osseo contenente antibiotico per prevenire le infezioni, con un costo a paziente tre o quattro volte superiore. Il Providence ha analizzato i dati di migliaia di pazienti ai quali era stato iniettato cemento con o senza antibiotico per vedere se c'era una differenza nei tassi di infezione dopo l'intervento a seconda del materiale usato, ma non ce n'era. Evitando di utilizzare materiali inutilmente costosi come nei tanti casi di protesi, il Providence ha risparmiato centinaia di migliaia di dollari in un anno su 10.000 operazioni e ridotto il costo del cemento osseo di 76 dollari a caso. Un approccio analogo è stato applicato ad altre situazioni, con una riduzione dei costi complessivi a caso di 297 dollari nel primo anno.

I medici non vogliono aumentare inutilmente i costi per i loro pazienti, per questo quando ai chirurghi del Providence sono stati illustrati i dati e l'impatto finanziario delle loro scelte, l'hanno apprezzato molto e volevano saperne di più. Raccogliendo, analizzando e condividendo i dati in modo più organizzato, il Providence ha aiutato i medici a comprendere quali comportamenti incidono positivamente o negativamente sulla cura dei pazienti. Adesso la curva dei costi tende al ribasso o è stabile per tutto ciò che riguarda i pazienti e i reparti clinici dei 51 ospedali della rete, nonostante le pressioni dovute all'inflazione. Per 10 condizioni cliniche, il Providence ha ridotto il costo dell'assistenza di 20 milioni di dollari nel primo anno dell'analisi.

La cosa interessante è stata che il numero totale di pazienti (sottoposti a intervento di protesi al ginocchio) esaminato era di gran lunga superiore rispetto ai dati combinati dell'intera letteratura mondiale su questo tema, perché non c'erano stati grossi studi a proposito.

La dirigenza appoggia l'analisi self-service controllata a favore di una maggiore trasparenza

Le origini dati del Providence sono complesse e comprendono database Premier, Press-Ganey, Epic e altri. Prima di Tableau, gli analisti realizzavano le visualizzazioni utilizzando i dati da queste origini e i vari gruppi di utenti nella rete ospedaliera usavano dashboard diverse. Queste venivano tagliate e incollate in lunghi report PowerPoint o PDF e salvati nei server locali, di conseguenza non era facile per gli operatori condividere le analisi e le metriche sulle prestazioni in modo che tutti ne traessero vantaggio: i pazienti, la professione medica, l'ospedale e l'intero Providence. Inoltre, i dirigenti degli ospedali locali e regionali, i manager aziendali e il consiglio di amministrazione del Providence ci tenevano ad avere una visione solida e accurata delle performance complessive.

I manager aziendali hanno appoggiato l'uso di Tableau fin dall'inizio, consentendo ai dirigenti degli ospedali locali e regionali del Providence e agli operatori sanitari di ricavare spunti di riflessione e apprezzare subito il valore della piattaforma. Il consiglio di amministrazione voleva inoltre che i dati fossero uniformi; con l'adozione di Tableau nell'intera organizzazione, i dirigenti e gli operatori in prima linea del Providence hanno avuto un unico linguaggio visivo e basato sui dati per valutare la qualità delle cure. Ad esempio, molte metriche utilizzate per determinare i bonus per i dirigenti ora si basano sulle dashboard di Tableau.

Sulla strada per il successo: il Providence predilige l'analisi visiva

Per una maggiore trasparenza aziendale e analisi dei dati più incisive, il Providence ha esteso il monitoraggio dei dati e la riduzione dei costi a paziente da determinati quadri clinici (es. interventi di protesi articolari, fusione spinale, bypass coronarico) a tutte le condizioni trattate nell'intera rete di ospedali.

"Sono felice di vedere nuovi ambiti di applicazione del prezioso lavoro che abbiamo svolto. Stiamo lavorando sodo per strutturare la piattaforma che renderà tutto questo possibile", spiega Ari. L'analisi inoltre prepara le statistiche per l'inserimento nel processo ETL e il Providence ha iniziato a usare l'integrazione di Tableau con R per una maggiore flessibilità con i parametri e il filtro dei dati, in modo da trasmettere il loro valore statistico a tutti i medici.

Che un medico si occupi a tempo pieno di coordinare il team di analisi, è un po' fuori dal comune. Ma in ambito sanitario è davvero utile.